Vai alla pagina dei Contatti       Vai alla mappa dei luoghi

Torna alla home page del sito                                                               FacebookYou tubeFeed RSSVai alla pagina dei Link
percorso di navigazione SantantoniariFreccettaVarie SantantoniareFreccettaLa FestaFreccettaLe fasi della festaFreccettaLa Sfilata
Condividi in Facebook i contenuti di questa pagina Invai la pagina ad un amico Pagina Stampabile

La Sfilata

Ore 10.00:

Sempre da Porta Castello intorno alle ore 10.00, muove la grande sfilata dei ceraioli con bande, vessilli ed i "Capodieci" a guidare i tre gruppi di ceraioli. Quest'ultimo sono coloro che avranno l’onore di gettare la brocca al momento dell’alzata e la responsabilità del proprio Cero della corsa pomeridiana.
La sfilata si apre con i tamburini, disposti in tre file secondo l'ordine di alzata. Seguono i vessilli delle contrade, le bandiere dei quattro quartieri e la banda della città di Gubbio. Subito dietro, a cavallo, i Capitani, il trombettiere e l'alfiere, poi il Sindaco e le autorità comunali. Infine i  gruppi separati dei ceraioli, ognuno preceduto dai propri tamburini, dalle bandiere delle Famiglie, dai Capodieci dei tre Ceri.
I ceraioli di Sant'Ubaldo, San Giorgio e Sant'Antonio vestiti rispettivamente con le camicie gialle, azzurre e nere, cantano durante la sfilata le tradizionali canzoni ceraiole . La folla festante e acclamante incita il corteo. Sulle finestre degli antichi palazzi di Gubbio pendono gli stendardi con i colori dei Ceri e dei quartieri della città. I suonatori delle chiarine escono dalla sfilata all'altezza di Palazzo Andreoli e raggiungono Piazza Grande, per sistemarsi sul balcone del Palazzo dei Consoli, in attesa del corteo. Escono dal palazzo anche gli sbandieratori che si mettono ai lati della scalea e i figuranti in costume.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Colonna DX