Vai alla pagina dei Contatti       Vai alla mappa dei luoghi

Torna alla home page del sito                                                               FacebookYou tubeFeed RSSVai alla pagina dei Link
percorso di navigazione SantantoniariFreccettaLa tavernaFreccettaLa taverna
Condividi in Facebook i contenuti di questa pagina Invai la pagina ad un amico Pagina Stampabile

La taverna

Oggi non sapremmo immaginare l'organizzazione dell'attività ceraiola senza l'esistenza di un luogo di riferimento, non solo fisico, ma anche "morale", come Ia Taverna.
E' dal 1962, su iniziativa dei Santantoniari, nasce Ia prima Taverna ceraiola: da allora è iniziato un "peregrinare" e una affannosa ricerca di luoghi atti ad ospitare almeno per il periodo dei Ceri il ritrovo dei Santantoniari. Sono ben 15 i luoghi (sotto la lista) che hanno visto i ceraioli adoperarsi trasformandosi in muratori, elettricisti, manovali, imbianchini, operatori ecologici, per poter usufruire in modo più o meno degno dei locali che man mano venivano utilizzati.
Grazie a questa meritoria e indefessa (più o meno inde) opera sono tornati alla luce e spesso all'originario splendore, fondi, cantine e scantinati, che altrimenti sarebbero rimasti sconosciuti.
Alcuni di questi hanno poi visto la trasformazione in ristoranti anche di Iusso, avendo cosi i Santantoniari contribuito ad arricchire il panorama ricettivo cittadino.
Finalmente nel 2001 Ia grande svolta: con una convenzione con l'Amministrazione comunale, siamo riusciti ad avere - in condizioni indescrivibili e con la necessità di un intervento radicale - la disponibilita delle cantine di Palazzo Fonti, dal 2010 anche della confinante  Chiesa di S. Francesco di Paola ,ora attuale sede della Famiglia, in via Fabiani e dell'attiguo orto, intitolato ai Genitori di S.Ubaldo. II tutto sulla scorta di un consistente investimento di risorse umane e finanziarie.
Con Ia meritoria opera di molti santantoniari, questi locali costituiscono ora la nostra definitiva Taverna.
Dopo 46 anni il "peregrinare" dei Santantoniari ha trovato la sua meta conclusiva.

 

 

 
Colonna DX